Venerdi 9 Dicembre

Tennis, Flavia Pennetta cuore di papà Oronzo: “mi commuovo ancora se penso agli Us Open”

LaPresse/Reuters

Il papà di Flavia Pennetta, Oronzo, esalta la carriera della figlia sottolineando come solo una campionessa come lei poteva decidere di ritirarsi dopo la vittoria di uno Slam

Una carriera straordinaria, conclusa come meglio non si potrebbe. Flavia Pennetta si gode il meritato riposo dopo un finale di stagione entusiasmante, impreziosito dalla conquista degli Us Open sul cemento di Flushing Meadows.

Flavia con il papà , Oronzo Pennetta Un’atleta ammirata e apprezzata, una ragazza semplice che ama la vita, questa è Flavia Pennetta per papà Oronzo: “la gente ha capito per intero il valore della sua vittoria e cosa c’è dietro: sicuramente talento, ma anche tanta forza di volontà, capacità di affrontare i sacrifici e soprattutto la caparbietà di non arrendersi al destino, con i tanti infortuni che ha avuto. La carriera di mia figlia è stata sicuramente costellata di tanti trionfi, è la carriera di una giocatrice di altissimo livello, come posso negarlo, ma da qui a pensare potesse vincere uno Slam, insomma… Per questo mi commuovo ancora e sono contento di aver perso la scommessa contro Corrado Barazzutti: quando Flavia ha ricominciato a giocare alla grande dopo l’infortunio al polso, lui mi disse che poteva vincere uno Slam.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Io non ci credevo, anche per scaramanzia: ma per fortuna ha avuto ragione lui”. Papà Oronzo accetta la decisione di ritirarsi presa dalla figlia e spiega: “ho molto rispetto per Flavia, quindi ha agito per il meglio. Molti amici continuano a telefonarmi oppure vengono di persona a dirmi che come giocatrice mancherà, che sentiranno una sorta di vuoto a non vederla più in campo. Però tutti riconoscono che solo una donna speciale poteva avere il coraggio di dire basta all’apice della carriera“.