Mercoledi 7 Dicembre

Tavecchio su Conte: “l’ho voluto io prima degli altri. Il suo futuro? Le vie del Signore sono infinite”

LaPresse/Jennifer Lorenzini

L’attuale presidente della Figc Carlo Tavecchio torna a parlare del futuro di Conte e ammette: “speriamo di tenercelo stretto anche dopo l’Europeo”

LaPresse/Fabio Cimaglia

LaPresse/Fabio Cimaglia

Un rinnovo di contratto che tarda ad arrivare e le voci di un possibile addio alla Nazionale dopo l’Europeo in Francia che diventano sempre più insistenti. Il futuro di Antonio Conte è ancora tutto da scrivere, quel che è certo è che all’attuale Commissario Tecnico della Nazionale azzurra i corteggiatori non mancano: Milan, Roma, Chelsea e chissà forse anche il suo ex amore Juventus. Ma a provare a blindare Conte sulla panchina dell’Italia ci pensa il presidente della Figc Carlo Tavecchio: “Conte l’ho voluto io prima di tutti gli altri. Spero tanto che resti e che gli Europei portino soddisfazione. Speriamo di tenercelo stretto, d’altro canto le vie del signore sono infinite”, ha commentato Tavecchio durante i Gazzetta Awards al Metropol di Milano, come riportato da una nota Ansa. “Conte da noi non è solo Ct  ma il responsabile di tutte le Nazionali, anche giovanili. Trova spazio per esprimere l’attitudine al sacrificio che ha”. Invito d’amore, adesso toccherà a Conte il sì definitivo.