Martedi 6 Dicembre

Spiaggine anni ’50 e ‘60: divertimento con il vento tra i capelli [FOTO]

La presentazione della Citroen E-Mehari ha riacceso i riflettori sulle spiaggine, auto scoperte dedicate al tempo libero e molto diffuse negli anni ’50 e ’60

La presentazione della Citroen E-Mehari, vetture elettrica scoperta che omaggia la storica Mehari, riporta in auge le indimenticabili Spiaggine, ovvero vetture studiate per il tempo libero e la bella stagione, realizzate partendo da auto di serie destinate alla larga diffusione. Queste splendide, allegre e divertenti auto per le giornate di sole ebbero il proprio boom a cavallo tra gli anni ’50 e ’60, in particolare ricordiamo le tante versioni realizzate su base Fiat 500 e 600, molto diffuse in isole e località di mare esclusive come ad esempio Capri, Ischia o la Versialia.spiaggine (10)

Per realizzare una spiaggina, i vari carrozzieri tagliavano letteralmente alcuni parti del corpo vettura, a partire dal parabrezza che veniva modificato a secondo delle esigenze, passando per i montanti e il tetto, quest’ultimo sostituito con una copertura in tela, senza dimenticare l’eliminazione delle portiere. L’abitacolo delle vettura veniva spogliato dei tradizionali rivestimenti e dei sedili che venivano sostituiti con componenti idrorepellenti che resistevano senza problemi anche al brutto tempo. Ovviamente l’eliminazione di tutti questi componenti precludeva la rigidità strutturale delle vetture che veniva integrata con l’adozione di traverse saldate direttamente al pianale.spiaggine (12)

Negli ultimi tempi sono comparse sul mercato alcune spiaggine, di cui molte basate sulla Fiat 500 “moderna” e realizzate da famosi atelier come “Castagna”, anche se queste vetture hanno il “difetto” di esser particolarmente costose perché realizzate praticamente su misura. Il debutto della Citroen E-Mehari – dotata oltretutto di una meccanica elettrica – potrebbe invertire questa tendenza aiutando finalmente a diffondere sempre più le splendide spiaggine.