Domenica 4 Dicembre

Roma 2024: tennis o nuoto al Foro Italico?

LaPresse / Roberto Monaldo

Tennis o nuoto al Foro Italico nel dossier di Roma 2024? Giovanni Malagò prova a fare un po’ di chiarezza

E’ stato presentato qualche giorno fa il logo ufficiale che accompagnerà Roma nella candidatura alle Olimpiadi 2024. Ancora il dossier della candidatura non è del tutto completato, mancano alcuni dettagli che si andranno a definire col tempo. Tra questi c’è un quesito molto importante che sta creando diverse difficoltà: tennis o nuoto al Foro Italico.

LaPresse

LaPresse

Non è stato ancora definito al 100%, ci sono alcuni aspetti che stiamo verificando e entro la fine di gennaio dovremmo avere la chiusura del cerchio. Ma è chiaro che uno dei due dovrà andare da un’altra parte“, ha dichiarato Giovanni Malagò. “Fare campi da Tennis da un’altra parte senza dubbio costa di meno rispetto alle piscine. Non nascondo che ci stiamo muovendo con il massimo rispetto dell’opinione delle federazioni internazionali. Serve anche buon senso e rispetto del budget, dei vincoli dell’area e dei nuovi dettami dell’agenda 2020 del Cio. Vogliamo fare tutto nel pieno rispetto dei nostri interlocutori istituzionali“, ha continuato il Presidente del Coni. “Noi comunque stiamo andando avanti con le autorizzazioni per la copertura del Centrale del tennis del Foro Italico con enti locali, sovrintendenza e ministero dei Beni culturali. Quello è comunque un impianto utilizzabile per più discipline sportive. Per i campi da tennis, considerando che il torneo olimpico è estremamente più ristretto rispetto a uno Slam, sarebbero più che sufficienti i campi che esistono oggi per gli Internazionali“, ha proseguito il numero uno dello sport italiano.

vela Una piccola parentesi infine sulla vela, come possibili sedi di gara sono state attualmente prese in considerazione Cagliari e Bari, “due luoghi che hanno le migliori condizioni climatiche per le competizioni olimpiche della vela nel mese di agosto“. “La federazione internazionale dovrà poi individuare quale delle due sarà la sede preposta, ma già possiamo dire che con questi due luoghi la nostra è una candidatura top class, nessuno è come noi“, ha concluso Malagò.