Mercoledi 7 Dicembre

Poker Ronaldo, la leggenda è adesso! Ecco tutti i record di CR7

LaPresse/EFE

Con i quattro gol segnati nella sfida di ieri contro il Malmoe, Cristiano Ronaldo ha stabilito alcuni primati. Eccoli!

Ci sono stati tanti calciatori segnalati come ‘il nuovo Best’, ma questa è la prima volta che è un complimento per me“. Come dar torto al fenomeno irlandese, nella vita avrà potuto compiere molti errori, ma questa volta no, questa volta ha fatto centro davvero!

 LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Il soggetto della frase? Cristiano Ronaldo, chi sennò, il campione, l’alieno, il fenomeno, chi più aggettivi ha, più ne metta, non bastano veramente mai. Come i suoi gol, bellissimi, pesanti, favolosi…innumerevoli. Vittorie su vittorie, record su record, gli ultimi arrivati ieri, nella gara contro il Malmoe, vinta 8-0 dal Real Madrid con un poker, neanche a dirlo, di Cristiano Ronaldo. Con questi quattro gol, l’asso portoghese ha riscritto la storia della Champions League, motivo? Dopo la sfida di ieri, Ronaldo è salito a undici gol in questa edizione, il primo a riuscirci e anche il primo ad andare in doppia cifra. Il tutto in sole sei gare, sai che roba! Solo tre giocatori sono riusciti a superare questa cifra nell’arco di tutto il torneo, Mario Gomez, Van Nistelrooy e Messi (due volte), e proprio l’argentino vede allontanarsi il portoghese nella sfida dei gol realizzati all time in Champions, adesso Ronaldo guida 88-79. Ma c’è una statistica che descrive al meglio la superiorità del ragazzo di Madeira: da solo, ha segnato più gol di 27 dei 32 club di Champions. Da non credere! Nella storia del Real Madrid, Ronaldo è il quarto giocatore di sempre a centrare un poker in gare europee, accanto a lui mostri sacri come Di Stefano, Hugo Sanchez e Puskas. Record battuti, primati pronti a cadere, nel mondo di Cristiano non ci sono limiti, c’è solo una regola: spingersi oltre, più in là dell’ignoto, dove nessuno è mai arrivato, con coraggio e determinazione…fino a spalancare le porte della leggenda, accomodarsi li e sussurrare: “si, sono io il migliore”.