Martedi 6 Dicembre

Poker Palermo, Ballardini respira. Rinviata per nebbia Sassuolo-Torino

LaPresse/Davide Anastasi

I rosanero stendono il Frosinone 4-1 tornando alla vittoria dopo un periodo di crisi. Non si gioca al Mapei Stadium, la nebbia costringe Celi a rinviare Sassuolo-Torino

Un punto in tre partite, risultati deludenti e primi segni di cedimento. Il Palermo spazza via tutto questo con una prestazione maiuscola, stendendo il Frosinone con un netto 4-1, allontanandosi dalla zona calda della classifica.

 LaPresse/Davide Anastasi

LaPresse/Davide Anastasi

Davide Ballardini inaspettatamente lascia Gilardino in panchina schierando Vazquez dietro Djurdjevic e Trajkovski. Parte fortissimo il Palermo che già dopo cinque minuti trova la via del vantaggio con Goldaniga che, tutto solo davanti a Leali, lo batte facilmente siglando il suo secondo gol in A. I rosanero continuano a premere sull’acceleratore, il Frosinone non reagisce e subisce il raddoppio. Questa volta è Vazquez che trova il tempo di bucare il portiere avversario e servire il bis. Colpiti nell’orgoglio, gli uomini di Stellone si lanciano alla ricerca del gol che riaprirebbe la gara, gol che arriva grazie a Sammarco che, con astuzia, fredda Sorrentino.

 LaPresse/Alessandro Fiocchi

LaPresse/Alessandro Fiocchi

Nella ripresa Ballardini si gioca la carta Gilardino per chiudere il match, ma è Trajkovski che si inventa una parabola bellissima che fa calare il sipario al Barbera. Nel finale c’è gloria anche per lo stesso Gilardino che insacca di testa una corta respinta di Leali. Non si è giocato invece l’altro anticipo delle ore 18 tra Sassuolo e Torino, la nebbia abbattutasi sul Mapei Stadium ha costretto l’arbitro Celi a rinviare il match che molto probabilmente verrà giocato a gennaio.