Domenica 4 Dicembre

Parate, trofei e…gol! Rogerio Ceni saluta il calcio, si ritira il portiere goleador

LaPresse

Si ritira il più grande portiere goleador della storia del calcio, Rogerio Ceni è l’unico del suo ruolo ad aver segnato più di 100 gol

Rigori, calci di punizione e anche qualche colpo di testa. Repertorio di un grande attaccante? Macché, tutti marchi di fabbrica di Rogerio Ceni, il portiere goleador che, a 42 anni, appende definitivamente i guanti al chiodo. 1237 partite in carriera, la maggior parte giocate con la divisa del San Paolo addosso, l’unico club della sua vita.

Fredy Amariles

Fredy Amariles

Ne restano 46, e sono quelle in cui Ceni ha indossato i colori verdeoro del suo Brasile. Numerosi sono i trofei vinti nella sua lunga militanza con la squadra paulista: 3 campionati brasiliani, 3 paulisti, 2 Coppe Libertadores, 2 Intercontinentali e un Mondiale per club. Record di presenze con la squadra paulista e campione del Mondo nel 2002, senza disputare un solo minuto nella rassegna asiatica. Trofei e record si, ma anche i gol, tanti, tutti bellissimi, da stropicciarsi gli occhi. Sono 131 quelli realizzati con il San Paolo, decimo nella classifica all time della società. Il primo centro risale al 13 febbraio 1997 e da allora non si è fermato più, realizzandone 61 da calcio di punizione e 69 su penalty, tanto da diventare il più celebre portiere goleador della storia del calcio, l’unico a superare quota 100 in carriera, meglio di altri portieri come Chilavert (67), Johnny Vegas (42), Higuita (41) e Campos (40).

 LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Un rigorista quasi perfetto, l’unico errore risale al 2010, nella sfida contro i peruviani dell’Universitario. Rogerio Ceni ha sviluppato e perfezionato le sue doti balistiche in allenamento, tanto lavoro e sacrifico per incrementare le proprie qualità. Tuttavia non bisogna pensare che fosse bravo solo sui tiri da fermo. Ci sapeva fare anche in porta, d’altronde se non fosse stato bravo tra i pali, non avrebbe mai giocato più di 1000 partite in carriera. Il prossimo 11 dicembre i suoi tifosi lo saluteranno con una partita d’addio dopo ben 25 anni di carriera. Boa sorte Rogerio!