Domenica 4 Dicembre

Pagliuca, ricordo amaro: “Juve-Inter del ’98 il più grande furto della storia del calcio”

LaPresse/Gianfilippo Oggioni

L’ex portiere dell’Inter Gianluca Pagliuca ricorda il famoso Juventus-Inter del 1998: “il più grande furto della storia del calcio”. E sul Fenomeno Ronaldo: “Era molto più forte di CR7”

Jonathan Moscrop

Jonathan Moscrop

Un boccone così amaro che viene difficile da digerirlo anche a distanza di diciassette anni. “Juventus-Inter del 1998 fu uno dei più grossi forti nella storia del calcio italiano. Allucinante, hanno tolto due Scudetti alla Juventus e non quello del 1998. Tra l’altro mi costò l’Inter perché un anno dopo arrivò Lippi, col quale avevo litigato e mi punì mandandomi via insieme a Bergomi e Simeone”. A parlare nel corso di un’intervista rilasciata al Corriere della Sera è Gianluca Pagliuca, ex portiere nerazzurro e della Nazionale: “L’Inter è una squadra tosta ed è prima in classifica con merito, mi fa piacere. Domenica c’è Inter-Lazio, mi ricorda il 5 maggio 2002 ma soprattutto la Coppa Uefa vinta nel 1998. Stradominammo, il Fenomeno Ronaldo era molto più forte del Cristiano Ronaldo di oggi. Lo marcavano a uomo e cercavano di fargli male, era l’unico modo per fermarlo. Taribo West era il mio compagno di camera, mi ha fatto passare tante notti in bianco. Andavo disperato da Gigi Simoni, che mi diceva di portare pazienza”.