Sabato 10 Dicembre

Nuoto, Gregorio Paltrinieri: “Rio 2016? Ancora non ci penso tanto”

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

Gregorio Paltrinieri, l’uomo da battere alle Olimpiadi di Rio 2016. Ma lui ancora non ci vuole pensare

Gregorio Paltrinieri, oro e record mondiale nei 1500 sl agli ultimi europei di nuoto in vasca corta, non si ferma mai e, dopo l’esperienza alla sfida USA vs Europa del “Duel in The Pool” si prepara adesso per le Olimpiadi di Rio 2016, dove, essendo campione del mondo, è lui l’uomo da battere. “Oro e record del mondo agli Europei in vasca corta? Il record del mondo mi mancava, è il primo e sono contento, è stata una cosa piuttosto inaspettata. E’ stato emozionantissimo battere il record di Grant Hackett che è sempre stato il mio idolo. Sapevo di stare bene, è una stagione importante e già al primo appuntamento doveva essere un test di prova, quindi sono contentissimo“, ha dichiarato “Greg”. “Sempre un po’ di più ora, sono tra i favoriti adesso, ma la strada è ancora lunga per le Olimpiadi, ci sono altre gare da fare al massimo, cercando di andare bene, ma lì tutto si deciderà in una gara sola, quindi in una botta secca“,ha spiegato oggi il nuotatore di Carpi durante la cerimonia dei Collari d’Oro che si è tenuta oggi a Roma al Foro Italico. “Un peso essere l’uomo da battere? Ancora non ci sto pensando tanto, chiaramente l’idea di andare alle Olimpiadi e potermela giocare per medaglie importanti mi piace e mi carica un sacco, quindi sono contento di avere queste attenzioni addosso, e cercherò anche di limitarle nell’ultimo periodo, di pensare solo a me stesso e cercare di fare una bella gara“, ha concluso Paltrinieri.