Venerdi 9 Dicembre

Nba, Rondo accusato di omofobia: la risposta del play dei Sacramento Kings

LaPresse/Reuters

Rondo accusato di omofobia dopo degli insulti a un arbitro spiega il motivo delle parole da lui utilizzate

Rajon Rondo, playmaker dei Sacramento Kings, durante una partita ha insultato l’arbitro Bill Kennedy con parole pesanti. L’arbitro ha successivamente dichiarato di essere gay, così Rondo è stato accusato di omofobia. E’ successo a Novembre, il play dei Kings ha detto a Kennedy “fot***o finocchio” ed è stato sospeso all’inizio di questa settimana. Rondo però si è voluto difendere e, come riportato sul sito Tmz, ha dichiarato di non essere omofobo, di aver detto quelle parole perchè si trovava in un momento di gioco difficile. “Le mie azioni durante il gioco erano causate da frustrazione ed emozioni, punto e basta. Non riflettono i miei sentimenti verso la comunità Lgbt. Non volevo offendere o mancare di rispetto a nessuno”, ha dichiarato. Il proprietario dei Sacramento Kings ha chiesto scusa a nome della società: “il commento di Rajon non rispecchia la cultura dell’organizzazione dei Sacramento Kings o il mondo in cui vogliamo vivere. Ha chiesto scusa, ed è stato sospeso dalla Nba. A nome della squadra, mi scuso con Bill Kennedy per qualsiasi danno questo può aver causato“.