Domenica 11 Dicembre

Napoli, Higuain stavolta non basta! Uno stratosferico Destro fa sognare il Bologna

LaPresse/Massimo Paolone

Una doppietta dell’attaccante rossoblù stende il Napoli. Rossettini completa il tris, poi nel finale si scatena Higuain ma non basta

Donadoni nel pre partita aveva avvertito tutti: “il Bologna non parte sconfitto, il Napoli deve temerci“. Detto, fatto. Un immenso Bologna cala il tris e stende un Napoli irriconoscibile per 85 minuti, autore della peggiore prestazione stagionale.

 LaPresse/Massimo Paolone

LaPresse/Massimo Paolone

Non perdevano dalla prima giornata gli uomini di Sarri quando il Sassuolo aveva sorpreso una squadra ancora alla ricerca della sua identità. La sconfitta di oggi invece fa ancora più male, smorza gli entusiasmi e riconsegna il primo posto all’Inter, vittoriosa ieri sul Genoa. L’allenatore azzurro lancia il tridente delle meraviglie con Higuain affiancato da Callejon e Insigne, Donadoni invece lascia a riposo Giaccherini puntando sulla verve ritrovata di Mattia Destro. Parte forte il Napoli che già dopo dieci minuti potrebbe passare in vantaggio con Callejon ma Mirante risponde da campione. Sul ribaltamento di fronte il Bologna passa. Lancio lungo di Diawara che pesca Destro sul filo del fuorigioco, l’attaccante rossoblù controlla, resiste al ritorno di Albiol e batte Reina.

LaPresse/Jennifer Lorenzini

LaPresse/Jennifer Lorenzini

Gli azzurri sbandano pericolosamente e gli emiliani ne approfittano. Angolo di Mounier e Rossettini svetta più in alto di tutti per consegnare il 2-0 al Bologna. Colpito nell’orgoglio, il Napoli si lancia all’attacco per recuperare lo svantaggio ma il palo nega il gol a Callejon. I primi minuti della ripresa sono di marca napoletana con Allan e Higuain che sciupano due chiare occasioni da rete. E’ più preciso il Bologna, infatti intorno all’ora di gioco, ancora Destro trafigge Reina. Il Napoli cede di schianto, ma nel finale trova la forza di riaprire il match con Higuain che, con una doppietta da campione, mette paura all’intero Dall’Ara. Forcing finale degli azzurri che però non sortisce gli effetti sperati, finisce dopo 105 giorni l’imbattibilità degli uomini di Sarri, ma il finale fa ben sperare in vista della Roma.