Venerdi 9 Dicembre

Mutu, che attacco a Mou: “è una persona finta e un allenatore finito”

Il calciatore rumeno non ha usato toni concilianti con il suo ex allenatore Josè Mourinho, etichettandolo come falso e finito

L’esperienza in India lo ha rilanciato con gol, assist e belle giocate. Adrian Mutu è tornato il giocatore ammirato in Europa grazie al Pune City, squadra della Indian Super League, allenata da David Platt.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Ma il calciatore rumeno è molto attento anche alle faccende di casa Chelsea, sua ex squadra guidata da uno degli allenatori meno amati della sua carriera: Josè Mourinho! Mutu ci è andato giù duro e in un’intervista al Mirror ha attaccato pesantemente l’allenatore portoghese: “Mourinho è stato un grande tecnico in passato ma adesso è finito e non c’è alcuna possibilità che possa tornare indietro, visto l’attuale situazione. Come persona è finta – prosegue Mutu, che venne cacciato dai Blues dopo aver fallito un test antidoping nel settembre del 2004 risultando positivo alla cocaina quando in panchina c’era proprio Mou – perché si preoccupa solo di se stesso e non ha alcuna considerazione per i sentimenti dei suoi giocatori o per quello che pensano, tanto è vero che non si può andare a parlare con lui“.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Infine Mutu sottolinea come Mourinho non abbia un buon rapporto con i suoi giocatori: “la prima cosa che fa sempre è di andare dai giocatori più importanti della squadra e di farli arrabbiare per divertimento e che si chiamino John Terry o Frank Lampard, non fa differenza: questo è il solo modo in cui agisce e non cambia per nessuno. Vedete adesso quanti suoi giocatori non sembrano felici? Bene, il motivo è solo lui“.