Sabato 3 Dicembre

Moto Gp, Ciabatti non ha dubbi: “Stoner tornerà presto in pista”

LaPresse/Simone Rosa

Casey Stoner, il suo ruolo di collaudatore e il possibile ritorno in pista

Di qualche mese fa la notizia del ritorno in Ducati di Casey Stoner nelle vesti di collaudatore e testimonial. Il pilota australiano però potrebbe presto tornare presto in pista non nei panni di collaudatore.

LaPresse/Simone Rosa

LaPresse/Simone Rosa

 “Casey non voleva tornare come pilota regolare, ma lui ha volentieri preso il ruolo di collaudatore e ambasciatore del marchio. I ragazzi sono entusiasti: Casey Stoner, Carl Fogarty e Troy Bayliss sono i piloti più popolari tra i nostri tifosi ducatisti. E non ho bisogno di dirvi perché è così… può dare un contributo importante se si sta testando la moto. Egli metterà alla prova la moto per la prima volta il 30 e 31 gennaio a Sepang. Poi di nuovo in Qatar dopo i test IRTA. Dopo di che si dovrà vedere. Egli vorrebbe anche testare la Superbike e siamo d’accordo”, ha dichiarato il Direttore Sportivo Ducati Corse, Paolo Ciabatti a Speedweek.com. Un peccato però avere ai box un pilota del suo calibro e non poterne tenere conto per una eventuale sostituzione: “Stoner ci ha detto che avrebbe preso molto volentieri il posto di Pedrosa a Austin, dato che Dani non poteva correre a causa del suo intervento chirurgico, perché ha grande rispetto per lo spagnolo e mantiene un rapporto di amicizia con lui. Ma ha anche sottolineato che non era sua idea ritornare come un pilota regolare. Abbiamo pensato che avrebbe potuto trovarsi di nuovo nella stessa situazione. Ma speriamo che non si arrivi mai a questo, ma abbiamo chiesto a Casey se possiamo tenere in considerazione la sua disponibilità a sostituire uno dei nostri piloti. Il contratto prevede che glielo possiamo chiedere, ma decideremo se è d’accordo o no. Se è d’accordo, il compenso è già stato accordato”, ha concluso Ciabatti.