Giovedi 8 Dicembre

Milan, senti Kakà: “un sogno vestire il rossonero. La delusione? Istanbul, fu inspiegabile”

LaPresse/EFE

Ricardo Kakà ripercorre la sua carriera ed a trovare grande spazio ci sono i colori rossoneri: “che sogno il trasferimento al Milan”

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Kakà, quattro lettere per una amore senza fine. Rossonero, ovvio. E, stando a quanto dichiarato proprio dal fuoriclasse brasiliano, verrebbe da dire assolutamente reciproco: “Il mio trasferimento al Milan fu un sogno. In rossonero ho passato tanti momenti bellissimi, ma non sono mancati anche i momenti bui come ad esempio la prima finale con il Liverpool, avevamo Cafù, Maldini, Nesta e Stam in difesa, eppure subimmo 3 gol in 6 minuti, una cosa inspiegabile. Sono molto grato – ha spiegato Kakà in un evento su Facebook rispondendo alle domande dei tifosi – a questa squadra, sono stato protagonista di un grande storia.

kakàKakà ripercorre poi i momenti che lo hanno visto protagonista nelle vicende di calciomercato: “Nella stagione seguente ricevetti una proposta grandiosa da parte del Manchester City, una squadra che stava crescendo e che si apprestava a diventare una grande del calcio europeo: era una proposta sensazionale anche per il mio club. Il Milan era in difficoltà, anche il Psg mi voleva, poi in accordo con la società decisi di restare. Sei mesi dopo arrivò un’altra chiamata, quella del Real Madrid, quello di giocare con i blancos era un altro sogno, ma è stata durissima lasciare il Milan. In quel momento però per la mia carriera professionale fu giusto così”. Ma a distanza di anni, nel cuore di Ricardo c’è spazio solo per due colori: il rosso e il nero.