Martedi 6 Dicembre

Marotta e la rinascita Juventus: “il segreto? La pazienza. E sul mercato…”

Da Mandzukic a Morata, passando per il mercato ed il momento bianconero: le parole dell’amministratore delegato della Juventus Beppe Marotta

LaPresse/Daniele Badolato

LaPresse/Daniele Badolato

Un settebello per spazzare via la crisi di inizio anno e trascorrere un Natale con vista ravvicinata al vertice della classifica. Il segreto della rinascita Juventus lo svela Beppe Marotta:Oggi abbiamo più pazienza e consapevolezza – ha spiegato l’amministratore delegato bianconero ai microfoni di Radio Raiil calcio è qualcosa che brucia tutto con una facilità estrema e davanti alle prime difficoltà le critiche sono aspre, senza valutare bene il lavoro di una società, azzardando così giudizi negativo. Scudetto? Mancini si nasconde ma l’Inter ha una grande qualità. Io dico che l’Inter è in assoluto la squadra più pericolosa. Ha una squadra con esperienza e un allenatore molto bravo, che ha assemblato giocatori magari non di grandissima qualità ma di grandissimo agonismo. Squadra cinica che è prima con merito, una squadra che non bada all’estetica ma alla sostanza. Con pochi gol è riuscita ad essere in testa alla classifica, anche perché ha la difesa migliore. In definitiva l’Inter è la squadra da battere”.

LaPresse/Daniele Badolato

LaPresse/Daniele Badolato

Marotta parla poi di alcuni singoli: “Mandzukic è il profilo del giocatore che cercavamo, con forza, dinamismo e temperamento. Ha avuto all’inizio dei problemi, considerato che si doveva ambientare in un campionato diverso come quello spagnolo e tedesco e non dimentichiamoci che è stato condizionato da un infortunio. Poi col tempo si è ambientato. Morata è un giocatore giovane, davanti ad un ragazzo del 1993 è giusto valutare il lavoro svolto in un anno e mezzo e per me ha fatto molto bene”. Infine una battuta su mercato: “in difesa siamo a posto, abbiamo avuto qualche infortunio a centrocampo ed è li che guarderemo”.