Sabato 3 Dicembre

Gruppo FCA (Fiat-Chrysler): inflitta maxi-multa da 70 milioni di dollari

Il Gruppo FCA è stato multato per 70 milioni perché accusato di aver mentito sul numero dei morti e dei feriti sui propri veicoli

Se ne parlava ormai da tempo, ma adesso è arrivata la conferma: il Gruppo FCA (Fiat –Chrysler) è stato multato per una somma di 70 milioni di dollari dalla NHTSA (highway traffic safety administration), l’ente americano sulla sicurezza stradale per aver omesso un numero consistente di rapporti relativi a morti e feriti per incidenti che coinvolgono i veicoli del colosso automobilistico. Jeep Grand Cherokee SRT Night (3)

Questo obbligo risulta presente nella legge americana datata 2000 varata proprio dal Congresso in materia e che impone ai gruppi automobilistici di rendere noti dati sui decessi e le cause legali. Questa pesante sanzione va ad aggiungersi alla recente multa da 105 milioni di dollari relativa ai richiami non effettuati dall’azienda italo-americana.

Fiat-Chrysler si era giustificata della mancanza comunicazione dei dati per un problema avuto con un proprio software che estrae le informazioni necessari dal database dell’azienda. Il Presidente di FCA, Sergio Marchionne, non ha voluto comunque creare polemica decidendo di pagare subito la multa evitando così possibili ricorsi, in modo da chiudere la faccenda prima possibile, probabilmente anche per non creare una cattiva pubblicità, considerando che ultimamente l’intero settore automotive non gode di ottima credibilità, dopo lo scandalo relativo alle emissioni truccate dalla Volkswagen, conosciuto anche con il nome di “dieselgate”.