Domenica 11 Dicembre

Golf, la Ryder Cup per la prima volta in Italia: nel 2022 si disputerà a Roma

Roma si aggiudica la Ryder Cup 2022: la più importante manifestazione di Golf del mondo si terrà al Marco Simone Golf & Country Club

Roma ospiterà il più importante torneo di golf del mondo. La Ryder Cup del 2022 si terrà infatti al Marco Simone Golf & Country Club, circolo capitoli di proprietà della famiglia Biagiotti. Un’immensa soddisfazione per l’Italia che ama lo sport. Dopo i Mondiali di volley 2018 che si terranno nella nostra penisola e le candidature per le Olimpiadi 2024 e la marcia 2016, la capitale si è aggiudicata la Ryder Cup, battendo Austria, Spagna e Germania. Il presidente di Coni Servizi e della Federazione Italiana Golf, Franco Chimenti è soddisfatto per il traguardo raggiunto: “si apre una nuova era per il movimento golfistico italiano. L’assegnazione della Ryder Cup certifica l’ingresso dell’Italia nell’elite del Golf mondiale. Abbiamo presentato un progetto estremamente solido grazie al sostegno del Presidente del Consiglio, Matteo Renzi e di otto ministeri. Possiamo contare, inoltre, su un pool di sponsor di grande prestigio: un’offerta pubblica e privata che assicura al Golf italiano un futuro di grandi prospettive“.

ryder cup romaIl nostro percorso è stato condiviso e supportato sin dal principio dal Coni e per questo voglio ringraziare il Presidente Giovanni Malagò. Abbiamo battuto la concorrenza di nazioni golfisticamente evolute e ciò deve riempirci d’orgoglio. Il fascino di Roma – ha continuato Chimenti –, la straordinaria capacità recettiva e l’innegabile appeal turistico hanno sicuramente giocato a nostro favore. A tutto ciò va aggiunta la vicinanza con il centro della città del Marco Simone Golf & Country Club, circolo con un percorso di grandi contenuti tecnici, il cui progetto di restyling ne valorizzerà le caratteristiche. La presenza della famiglia Biagiotti ha dato ancor più prestigio alla nostra candidatura, rappresentando al meglio il modello del made in Italy vincente“. Anche il presidente del Coni Giovanni Malagò è felicissimo per questa vittoria, “una vittoria del sistema sportivo Italia, questo conferma che quando giochiamo insieme siamo praticamente imbattibili“. “E’ anche un successo della nostra credibilità“, ha concluso.