Sabato 3 Dicembre

Fernando Llorente spietato, la Juventus dice addio al primo posto!

LaPresse/Daniele Badolato

Un gol dell’ex attaccante della Juventus costringe la squadra di Allegri a qualificarsi come seconda del girone, alle spalle del City vittorioso in rimonta sul Borussia M’Gladbach

Pass per gli ottavi di finale già in tasca, la Juventus vola a Siviglia per un solo obiettivo: conquistare il primo posto nel gruppo D di questa Champions League. Due punti di vantaggio, basterebbe un pari per poter centrare il primato, Allegri però non si fida e lancia in attacco la coppia Dybala-Morata, con lo spagnolo che sostituisce Mandzukic influenzato.

 LaPresse/Daniele Badolato

LaPresse/Daniele Badolato

Unai Emery si affida all’ex Fernando Llorente per cercare i gol utili per la qualificazione in Europa League. Parte fortissimo la Juventus che già al quinto minuto sfiora il vantaggio con Morata, il colpo di testa dell’attaccante bianconero si perde però alto sulla traversa. Dieci minuti e questa volta è Sturaro che salta più in alto di tutti su un traversone di Alex Sandro, chiamando Rico alla parata in tuffo. Sul ribaltamento di fronte è il Siviglia a rendersi pericoloso con Llorente, ma Buffon è superlativo nel respingere il tiro dell’attaccante spagnolo. La Juventus, superato il pericolo, si getta nuovamente in avanti, costruendosi l’ennesima occasione per segnare il punto dell’1-0. La mira però non è delle migliori, specialmente quella di Morata che a porta vuota calcia a lato. Nella ripresa il ritmo rimane alto, Pogba dopo tre minuti impegna Rico dalla distanza, dall’altro lato è Vitolo a provarci senza particolari pretese.

 LaPresse/Daniele Badolato

LaPresse/Daniele Badolato

Improvvisamente al ventesimo minuto il match si sblocca. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, è Fernando Llorente a saltare più in alto di tutti e a mettere la palla alle spalle di Buffon per il più classico dei gol dell’ex. Allegri corre ai ripari inserendo Cuadrado per Lichtsteiner, la Juve preme alla ricerca del pari e solo la traversa ferma Dybala, autore di un bellissimo tiro a giro che avrebbe meritato miglior sorte. Intanto il City ribalta la sfida con il Borussia e scavalca proprio i bianconeri che, nel finale rischiano di incassare il raddoppio, ma Gameiro mette fuori a porta vuota. Occasione sprecata per la Juve, l’unica sconfitta del girone costa cara alla squadra di Allegri che adesso rischia grosso nel sorteggio di Nyon.