Sabato 3 Dicembre

F1, Lewis Hamilton racconta Rosberg: “si lamenta sempre”

LaPresse/PA

Il campione del mondo di F1 racconta un particolare aspetto di Nico Rosberg

Lewis Hamilton è tornato a parlare in un’intervista alla Bbc del suo rapporto col compagno di squadra Nico Rosberg. Proprio in questi giorni in cui Toto wolff ha lanciato un avvertimento ai due piloti Mercedes, il campione del mondo di F1 ha voluto raccontare un particolare aspetto del suo collega. “Si lamenta di un sacco di cose – ha detto Lewis – , ma non bisogna farci caso perchè è semplicemente il modo in cui è fatto, immagino dipenda dal differente background dal quale veniamo. Se parliamo di corse in pista bisogna essere duri. Non si può andare là fuori e dire ‘prego, ti lascio spazio’. Non sono qui per fare amicizia, finire una gara e dire ‘grazie chi mi hai fatto vincere, sei stato molto buono con me’. Se vedi un’opportunità la cogli, questo non significa non rispettare o barare, ma bisogna essere il più feroce, forte e duro possibile. Potete chiedere a qualsiasi campione del mondo: se ti trovi all’esterno devi alzare il piede“.  Per quanto riguarda la gara di Austin e il contatto avuto col compagno di squadra Nico, Hamilton ha dichiarato: “credo sicuramente nel karma. E anche se non ho fatto nulla di intenzionale ho pensato che l’avrei pagata in seguito. Per cui quando è tornato davanti ho pensato fosse proprio il karma, ho pensato ‘è in testa e così non avrà nulla da lamentarsi’. Poi sono tornato davanti io ma doveva comunque trovare qualcosa di cui lamentarsi