Sabato 3 Dicembre

F1, ironia Ricciardo sul futuro Red Bull: “se potessimo togliere i rettilinei, saremmo da Mondiale”

LaPresse/Reuters

Il pilota della Red Bull guarda con ottimismo al futuro della Red Bull e indica la Mercedes come scuderia favorita per la vittoria del Mondiale 2016

La favorita per il 2016? Nessun dubbio, anche per Daniel Ricciardo sarà la Mercedes. La casa tedesca, dopo aver fatto razzia di titoli nel campionato di Formula 1 appena concluso, partirà davanti a tutti anche tra qualche mese, quando a Melbourne si ripartirà per un nuovo anno ricco di sorprese.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Anche se la Ferrari è cresciuta tantissimo – commenta il pilota della Red Bull Daniel Ricciardo – credo che la Mercedes quest’anno abbia incrementato il divario: quando le monoposto di Stoccarda vogliono cambiare passo, possono. Saranno la squadra da battere anche nella prossima stagione, ma speriamo che non vada avanti di questo passo ancora per troppo tempo“. La Red Bull invece ha molto da lavorare, la power unit Renault, marchiata Tag Heuer, è un passo importante per il futuro ma per Ricciardo ancora non basta: “il 2015 non è andato come speravamo – dice – ma sono certo che il 2016 andrà meglio. Nessuna attesa, però: ne ho avute troppe all’inizio del 2015 e adesso mi terrò su un profilo più basso.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Il nostro telaio quest’anno era abbastanza buono ed è migliorato nel corso della stagione: se avessimo potuto togliere i rettilinei dalle piste, credo che avremmo fatto dei risultati migliori“. Infine una battuta sul rumore delle vetture: “fa parte dell’atmosfera ed è qualcosa che piace a chi vede la F.1 dal vivo: in questo abbiamo perso qualcosa e credo che tutti rivorremmo indietro il vecchio rombo sei V8 e sperso che possa presto accadere“.