Venerdi 9 Dicembre

F1: Ecclestone bacchetta Ferrari e Mercedes: “non pensano ad altro che ai loro interessi”

LaPresse

Ecclestone bacchetta Ferrari e Mercedes per il loro comportamento teso a preservare solo i propri interessi

Un triangolo di potere scuote la Formula 1. E’ quello formato da Ferrari, Mercedes ed Ecclestone, una triade che potrebbe trasformarsi presto in un duello con le scuderie da un lato e il capo della Fom dall’altro.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Motivo? Le idee di Ecclestone non piacciono a Mercedes e Ferrari, in particolare, ai team non vanno giù le riforme tese a influire sul loro ruolo di potere rispetto alle altre scuderie presenti nel Mondiale. Ecclestone commenta così la vicenda: “noi stiamo cercando di salvare la F.1, mentre Mercedes e Ferrari stanno cercando di salvare i loro interessi. C’è tutta una serie di cose che sappiamo che possiamo fare e dobbiamo fare per rendere la F.1 di nuovo sulla strada dove dovrebbe essere, perché siamo nel mondo dello spettacolo. Siamo lì per intrattenere il pubblico. Non siamo lì per mettere su uno spettacolo per Mercedes per dimostrare e vendere le loro auto. O Ferrari“. Ecclestone, poi commentando i problemi della Red Bull nella ricerca di un motore per il 2016, ha detto: “se fossi stato Mateschitz mi sarei fermato. Ma sono contento che non l’abbia fatto”.