Giovedi 8 Dicembre

F1, Arrivabene soddisfatto della stagione 2015: adesso si guarda avanti

LaPresse/Photo4

Il team principal della Ferrari, Maurizio Arrivabene commenta la stagione appena terminata e parla degli obiettivi futuri

La stagione di F1 è terminata da poco, piloti, tecnici e dirigenti sono in vacanza, ma non si può non pensare alla prossima stagione. Le mercedes sono ancora le favorite, ma le Ferrari diventano sempre più competitive e “minacciano” le Frecce Argento.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Il team principal della “Rossa” è soddisfatto di come è andato il 2015: “abbiamo scalato la montagna, anche se quando siamo arrivati in cima abbiamo scoperto che qualcun altro era giunto lì prima di noi“. “Quando non vinci il campionato, non puoi dire che la missione è compiuta. Ma all’inizio dell’anno avevamo una missione molto dura. Io alla fine sono un uomo di montagna, ed ero più che contento di andare fin lassù. Ma va bene così”, ha continuato Arrivabene. Il 2015 adesso però è da lasciare alle spalle, bisogna imparare dagli errori commessi e migliorarsi per la prossima stagione. “Il nostro obiettivo, va da sé, è cercare di stare davanti alla Mercedes, sperando che davanti a loro non ci sia qualcun altro. Questo è il traguardo da raggiungere. Poi, uno ce la mette tutta, anche se a volte non si riesce a raggiungerlo.Ma con questo team, e con la consueta umiltà e i ‘piedi per terra’, faremo del nostro meglio per riuscirci ”, ha affermato Arrivabene. Su cosa bisogna lavorare? “Dobbiamo lavorare sodo su tutti i componenti della macchina per compiere un altro passo avanti col motore, dobbiamo lavorare sul telaio e sull’aerodinamica. Per noi il motore è molto, molto importante e quest’anno abbiamo fatto grandi progressi. Ma anche gli addetti al telaio e all’aerodinamica non sono stati a dormire“, questa la spiegazione del team principal Ferrari.