Domenica 11 Dicembre

Europei, ottimismo Sconcerti: “nessuno voleva l’Italia nel girone, al Belgio è andata male…”

LaPresse/Reuters

Mario Sconcerti, uno delle maggiori firme del giornalismo italiano, commenta così il sorteggio ai prossimi campionati Europei e fa le carte alla Nazionale di Conte

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Il pensiero (positivo) di una delle maggiori firme del giornalismo italiano. Il giorno dopo il sorteggio dei giorni del prossimo Europeo di Francia, Mario Sconcerti attraverso le colonne del ‘Corriere della Sera’ esprime il proprio pensiero sulla Nazionale di Antonio Conte. Ed il giudizio è carico di ottimismo: “Inutile pensare agli avversari se non ci siamo noi. Io credo che un Europeo, cioè un torneo tra uguali (stessi schemi, giocatori conosciuti, stessi ritmi) sia l’ideale per una Nazionale diversa come quella di Conte. E’ una delle poche a scegliere il gioco verticale, ha il fanatismo del suo tecnico, conosce la gestione delle singole partite. Se gli altri sono scomodi, noi lo siamo molto di più. Ci adattiamo e abbiamo una nuova generazione insoddisfatta. Non siamo da vittoria, ma non ci andremo troppo lontano Per questo penso che il vero gioco dei sorteggi fosse evitare l’Italia. Con un sorriso dico che non è andata bene al Belgio…”