Lunedi 5 Dicembre

E’ la Coppa Italia delle soprese, dopo l’Alessandria ecco il miracolo Spezia!

LaPresse/Valerio Andreani

La Roma cede il passo alla squadra di Di Carlo, fatali i rigori a Pjanic e compagni. Ai quarti adesso la sfida inedita Spezia-Alessandria

Impresa dello Spezia negli ottavi di finale di Coppa Italia. Dopo l’Alessandria che ha eliminato in serie Palermo e Genoa, ecco il miracolo degli uomini di Di Carlo capaci di estromettere dalla competizione nientemeno che la Roma di Rudi Garcia. Un miracolo quello dello Spezia che adesso incontrerà ai quarti di finale proprio i piemontesi, in una sfida inedita a questo punto della competizione.

roma spezia All’Olimpico Garcia schiera fin dall’inizio i suoi titolarissimi con la speranza di chiudere subito il discorso qualificazione. Tuttavia Dzeko, Pjanic, Salah e Iturbe non riescono a sfondare e le azioni offensive dei giallorossi si arenano tutte al limite dell’area di rigore. Il risultato non si sblocca e la sfida prosegue ai supplementari dove la stanchezza inizia a farsi sentire. Dopo trenta minuti di extra-time il signor Di Bello ordina i calci di rigore, il primo sul dischetto è Pjanic ma, incredibilmente il tiro del bosniaco viene intercettato da Chichizola. Lo Spezia realizza con Nenè mentre Dzeko sbaglia ancora. I liguri sono perfetti e, al quarto penalty, possono esultare per un miracolo chiamato quarti di finale, dove lo Spezia non arrivava nientemeno che dagli anni ’40. Adesso la sfida con l’Alessandria, il sogno semifinale è lì pronto ad essere realizzato.