Venerdi 9 Dicembre

Crisi Lione, su Fournier l’ombra di Leonardo

JEAN MARIE HERVIO

Secondo L’Equipe, l’ex dirigente del PSG potrebbe sedersi sulla panchina del Lione in caso di esonero dell’attuale allenatore Fournier

Il quotidiano sportivo francese L’Equipe rivela che il presidente del Lione, Aulas, potrebbe esonerare il tecnico Fournier se la squadra non riuscisse a interrompere la crisi di risultati che sta attraversando. L’OL è settimo in Ligue 1 con 26 punti in classifica, a -19 dal PSG, è già stato matematicamente eliminato ai gironi di Champions League, senza nemmeno avere la possibilità di lottare per il passaggio in Europa League. Lo spogliatoio sembra in crisi e il caso di ricatto “a luci rosse” che ha coinvolto l’esterno offensivo Valbuena di certo non aiuta.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Il confronto con la passata stagione è disarmante: nello scorso campionato il Lione riuscì a contendere il titolo nazionale al Paris Saint-Germain fino a tre giornate dalla fine, trascinati anche da un grande Lacazette, capace di segnare 27 reti in campionato. Quest’anno la squadra ha subito una preoccupante involuzione nel gioco e pare che alcuni giocatori non appoggino più l’attuale allenatore. Leonardo porterebbe la sua esperienza come allenatore e come dirigente sportivo ai tempi del PSG. Gli ostacoli di un suo possibile ingaggio potrebbero essere la causa di risarcimento da 8,4 milioni contro la Federcalcio francese per la sospensione, poi annullata, per aver spinto un arbitro dopo una partita del PSG e la possibilità che Aulas possa scegliere lo svizzero Lucien Favre, ex allenatore del Borussia Mönchengladbach, per rimpiazzare Fournier.