Lunedi 5 Dicembre

Crisi Chelsea, Mourinho spavaldo: “non verrò licenziato. Ranieri? Sta facendo benissimo”

LaPresse/PA

Josè Mourinho conta sulle proprie qualità per tirar fuori il Chelsea dai bassifondi della Premier. Prossimo avversario il Leicester di Ranieri

La vittoria sul Porto e il conseguente passaggio del turno in Champions League ha un pò rasserenato l’ambiente in casa Chelsea.

Lapresse/PA

Lapresse/PA

In Premier, tuttavia, la situazione continua ad essere critica, specialmente dopo la sconfitta casalinga subita dai ‘blues’ nell’ultimo turno contro il Bournemouth. Josè Mourinho però non teme l’esonero e lo sottolinea lui stesso, con la sua solita abbondante dose di spavalderia: “non penso che verrò licenziato. Voglio concludere il mio contratto con il Chelsea. Mi restano ancora tre anni e mezzo. Poi ho la capacità di allenare qualsiasi club al mondo, anche se ci sono alcuni in cui non potrò mai entrare. Prima della partita contro il Bournemouth, ero convinto che stavamo per iniziare un grande mese di dicembre. Devo essere onesto: quest’ultima sconfitta è stato qualcosa che non pensavo potesse accadere. Ci sono molti club che giocano bene adesso, è difficile fare tre, quattro, cinque e addirittura dieci vittorie di fila. Siamo comunque in grado di fare un grande finale di stagione e finire come quarti in classifica. Matematicamente è possibile. Lo scorso mese siamo migliorati, soprattutto nei match contro Tottenham e Porto”. Mourinho, poi, analizza la situazione dei singoli: “Fabregas? È uno della squadra, come tutti gli altri.

Paul Harding/Lapresse

Paul Harding/Lapresse

Lo scorso anno si diceva Courtois spettacolare, Ivanovic spettacolare, Cahill spettacolare, Terry spettacolare. Quest’anno le cose sono cambiate per tutti”. Il prossimo impegno del Chelsea sarà la sfida contro la capolista Leicester, guidata dall’allenatore italiano Claudio Ranieri: “beh, prima di tutto  meritano di essere dove sono. Una cosa è essere in testa alla classifica nel mese di settembre, un’altra cosa è essere in testa alla classifica nel mese di dicembre. Se vincessero la Premier sarebbe qualcosa di magnifico, di impressionante nel mondo del calcio, a volte queste cose possono succedere. Ranieri? Un anno è stato esonerato dalla Grecia dopo la sconfitta contro le Isole Far Oer. Ora è il miglior allenatore in Premier League e i suoi giocatori stanno giocando come mai fatto prima. È fantastico”.