Domenica 4 Dicembre

Corona, scarpini al chiodo? Macché, Re Giorgio riparte dall’Atletico Catania

L’esperto attaccante siciliano è tornato nella città etnea per giocare nell’Atletico Catania

Giorgio Corona, il prolifico attaccante siciliano, a dispetto dei suoi 41 anni, ha deciso di tornare a Catania dopo l’esperienza della stagione 2006/2007, che gli ha consentito di disputare il suo unico campionato di Serie A, realizzando sette reti in trentadue partite giocate. L’unica differenza è che “Re Giorgio” andrà a giocare nell’Atletico Catania, la seconda squadra della città, che ha disputato sette stagioni in Serie C1 e una in serie C2, e che, dopo le numerose difficoltà avute culminate con il fallimento nel 2005, milita nel girone B del campionato di Eccellenza.

LaPresse/Francesco Saya

LaPresse/Francesco Saya

Corona ha fatto una scelta, che non tutti farebbero di scendere di una categoria, poiché ha iniziato la stagione con lo Scordia in Serie D, realizzando due reti in dieci incontri disputati. In un’intervista rilasciata alla “Gazzetta dello sport“, l’attaccante spiega i motivi della sua decisione: “Si sono creati i presupposti per un cambio di rotta. Mi ha chiamato il presidente Proto e non ho pensato due volte a firmare. Trovo un allenatore esperto come Piero Infantino che mi darà la possibilità di esprimermi al meglio”. “Re Giorgio” ha aggiunto di aver trovato un buon ambiente e di aver deciso di scendere di categoria perché gli “mancava il campionato d’Eccellenza, unico campionato dalla Terza Categoria alla Serie A”. Giorgio Corona, nonostante i suoi 41 anni, vuole ancora dire la sua nel calcio e dimostrare che le motivazioni possono contare più dell’età.