Giovedi 8 Dicembre

Ciclismo, Rinaldo Nocentini disegna il suo futuro: “ho ancora voglia di stupire”

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

L’esperto ciclista italiano, rimasto senza contratto, non riesce a trovare una nuova squadra

Rinaldo Nocentini non è uno dei ciclisti più vincenti della storia di questo sport, ma nella sua lunga carriera, iniziata nel 1999, è riuscito a togliersi delle soddisfazioni. Ha vinto quattordici gare da professionista, tra le quali spicca la vittoria del Giro di Toscana, motivo di orgoglio per uno come lui, visto che è nato a Montevarchi. Inoltre ha partecipato a quattro campionati del mondo di ciclismo su strada con la Nazionale italiana di ciclismo e ha indossato la Maglia Gialla del Tour de France 2009 per otto giorni. Nocentini ha 38 anni, ma non vuole ritirarsi, poiché pensa di poter ancora dire la sua sulle due ruote.

Franck Faugere

Franck Faugere

Tuttavia la squadra con cui era legato, la AG2R La Mondiale, non gli ha rinnovato il contratto in scadenza e il ciclista toscano, come dichiarato alla “Gazzetta dello Sport“, non l’ha presa bene: “Purtroppo non è mi è piaciuto il modo di comportarsi dell’Ag2r, siamo stati assieme per 9 anni e mi hanno fatto sapere troppo tardi che non mi avrebbero confermato. Avrei gradito più chiarezza. Eppure sono stato professionista fino all’ultimo, fino alla Vuelta in cui mi sono messo al servizio di Pozzovivo rinunciando a mettermi in mostra, come pure mi sarebbe servito per trovare nuove opportunità”. Nocentini sta cercando di trovare un’altra squadra, ma, come lui stesso ha dichiarato, la sua ricerca non ha avuto fortuna: “Sto aspettando una chiamata, l’unica possibilità concreta è la Caja Rural”. Tuttavia, se il ciclista non dovesse trovare una sistemazione, si ritirerebbe dal ciclismo, cosa che gli darebbe fastidio: “Vorrei essere io a decidere quando smettere e un altro anno mi sentirei di farlo”. Ci sono stati vari casi in cui un atleta a fine carriera ha dovuto ritirarsi o ha rischiato di farlo perchè non trovava una squadra disposta a offrirgli un contratto vista la sua età. Tuttavia, se uno sportivo come Nocentini ritiene di poter ancora gareggiare, bisognerebbe tenere in considerazione le motivazioni e gli stimoli di un professionista, non la data di nascita.