Giovedi 8 Dicembre

Ciclismo, ira Froome: “vogliono rovinare la vittoria del mio Tour, ma non glielo permetterò!”

LaPresse/Reuters

Il ciclista britannico del Team Sky ha respinto le accuse di doping, sottolineando la bontà della propria vittoria

Ira Chris Froome. Il ciclista del team Sky non ha gradito il polverone alzatosi intorno a lui e al suo team nell’ultimo Tour de France, dove il britannico ha trionfato seppur accusato di doping.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

In una recente intervista rilasciata al periodico Procycling, Froome è tornato a parlare di quel Tour, esprimendo tutta la sua rabbia. “Sembrava che quest’anno al Tour de France, il 90% di quello di cui i media volevano parlare erano i sospetti e i dubbi sulle nostre prestazioni. Mi sentivo come se quello fosse il soggetto piuttosto che la gara vera e propria, che in realtà era davvero emozionante“. Ha definito gli episodi degli insulti, dei pugni e del lancio di urina “ridicoli, al limite del comportamento disgustoso. Ma al stesso tempo è stato come se tutto questo fosse rumore di sottofondo ci abbia portato a essere una squadra più compatta. Non Cio saremmo lasciati dividere, rovinare la nostra esperienza del Tour. Quello che veramente mi spinge – ha aggiunto Froome – è la performance effettiva. Mi sono spinto come ho potuto per cercare di vincere il maggior numero di Tour e per avere il maggiore impatto positivo sui giovani. Il novanta per cento di tutto quello che faccio, la formazione, la concentrazione mentale, è orientato per cercare di essere il miglior atleta possibile“.