Mercoledi 7 Dicembre

Calcio-shock in Honduras, ucciso Arnold Peralta con 11 colpi di pistola in faccia [FOTO]

Il calciatore honduregno Arnold Peralta è stato assassinato con 11 colpi di pistola da due sicari, le autorità escludono la rapina

Una tragedia sconvolge il mondo del calcio. Arnold Peralta, centrocampista ventiseienne del Deportivo Olimpia di Tegucigalpa, è stato brutalmente ucciso con 11 colpi di pistola nei pressi di un centro commerciale a La Ceiba, intorno alle 19:30, ora locale. Secondo quanto raccontato dai numerosi testimoni presenti, due persone, a bordo di una moto, si sono avvicinate al giocatore e lo hanno ucciso sparandogli al volto. Il giocatore è morto sul colpo.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Non si conosce ancora il movente di questo efferato omicido, ma i testimoni riferiscono che i due sicari non hanno rubato nulla al calciatore il che escluderebbe la pista della rapina. È stato più probabilmente un agguato o un regolamento di conti, ma le autorità honduregne mantengono la massima riservatezza. Arnol Peralta era nato a La Ceiba il 29 Marzo 1989. Ha iniziato a giocare nel Club Deportivo Vida per poi trasferirsi, nel 2013, in Scozia al Rangers Glasgow. Lo scorso Gennaio il centrocampista è tornato in patria per giocare nel Deportivo Olimpia, la squadra della capitale. Il giocatore era anche un punto fermo della nazionale honduregna, con la quale ha giocato il torneo olimpico di Londra 2012 e le partite di qualificazione al Mondiale 2014, senza avere, però, la possibilità di partecipare alla fase finale della Coppa del Mondo per un infortunio. Peralta lascia una compagna e una bambina di quattro mesi. Questo brutale omicidio ha scioccato l’intero Paese centroamericano facendo porre l’attenzione su un dato davvero allarmante, cioè l’alto tasso di criminalità che costringe a vivere nel terrore tutti i cittadini honduregni.