Venerdi 2 Dicembre

Bonacini, cuore a metà: “io, presidente del Carpi ma tifoso della Juve”

LaPresse/Alessandro Fiocchi

Presidente del Carpi e tifoso accanito della Juventus, Bonacini racconta la sua domenica speciale. Con una stoccata all’Inter…

LaPresse/Alessandro Fiocchi

LaPresse/Alessandro Fiocchi

Una domenica con il cuore diviso a metà. “Altro che simpatizzante, io sono tifoso accanito. Ho la Juventus nel cuore, è il primo risultato che guardo dopo il mio Carpi. Si può cambiare moglie, mai la squadra”. Ma quest’oggi per Stefano Bonacini, presidente del carpi dei miracoli, sarà diverso. Perché la tanto amata Juventus per un giorno sarà un’avversaria e nonostante il cuore bianconero dal suo Carpi niente sconti: “Per la prima volta dovrò tradire la Juve, sono di Carpi – ha raccontato Bonacini nel corso di una lunga intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sporte devo tifare per la mia città. Anche da presidente: per noi sono tre punti vitali. Con le big ci esaltiamo e l’Inter ci ha battuto a tempo scaduto e immeritatamente. Sfidare la Juventus è come arrivare in paradiso, ma troviamo gli avversari nel loro momento migliore”.