Venerdi 9 Dicembre

Benzema e non solo, quando la ‘bravata’ costa la Nazionale!

LaPresse/Spada

L’attaccante francese non è l’unico giocatore ad essere stato sospeso dai “Bleus”, insieme a lui gente del calibro di Cantona, Ribery e Nasri

L’attaccante del Real Madrid, Karim Benzema, è stato sospeso dalla propria nazionale per la vicenda riguardante il presunto ricatto “a luci rosse” nei confronti del suo compagno di nazionale, Mathieu Valbuena. Tuttavia la punta dei “galletti” è in buona compagnia, poiché altri tredici giocatori francesi hanno subito la sua stessa sanzione per motivi disciplinari. Il primo di questa lista è Eric Cantona che fu cacciato dalla nazionale francese nel 1989 per aver insultato l’allora c.t. Henry Michel. cantonaCantona venne definitivamente allontanato nel 1995 da Aimé Jacquet dopo aver aggredito un tifoso del Crystal Palace durante la partita tra la squadra londinese e il suo club di appartenenza, il Manchester United. Nel 2005, il portiere Fabien Barthez, che all’epoca militava nell’Olympique Marsiglia, fu squalificato per sei mesi per aver sputato a un arbitro durante una partita. Il giocatore saltò quattro partite della nazionale. Nel 2010 avvenne il caso più eclatante: Nicolas Anelka, Patrice Evra, Frank Ribéry e Jerémy Toulalan vennero squalificati dalla Federazione francese, rispettivamente per 18, 5, 3 e una partita per aver organizzato un ammutinamento nei confronti del tecnico Raymond Domenech durante il Mondiale 2010, dal quale la Francia fu eliminata al primo turno. Un altra sanzione di gruppo fu inflitta a cinque giocatori dell’Under-21 francese.

JULIEN CROSNIER

JULIEN CROSNIER

Nell’Ottobre 2012, Yann M’Vila, Antoine Griezmann, Chris Mavinga, Wissam Ben Yedder e Mbaye Niang furono squalificati per aver lasciato, senza autorizzazione, il ritiro della nazionale. M’Vila ebbe una squalifica di 20 mesi per aver organizzato una festa, gli altri di 14 mesi per essersi allontanati senza permesso. Qualche mese prima, durante l’Europeo giocato in Polonia e in Ucraina, Jeremy Ménez fu squalificato per un turno per aver litigato con il suo compagno di squadra Lloris e per aver insultato l’arbitro del quarto di finale contro la Spagna. Andò peggio a Samir Nasri che dopo la partita persa contro gli iberici 2-0 che costò l’eliminazione della Francia dal torneo, venne sanzionato per tre partite per aver insultato un giornalista. Queste squalifiche dimostrano che Benzema è in buona compagnia e che la Federazione francese non tollera comportamenti che possono ledere l’immagine della nazionale.