Mercoledi 7 Dicembre

Atletica, caso doping: Yelena Isinbayeva spera in Rio 2016

LaPresse/PA

L’atleta russa Yelena Isinbayeva si sfoga contro la decisione dell’Iaaf di sospendere la Russia

La bufera che ha colpito il mondo dell’atletica russa ha creato una serie di problemi per gli sportivi sovietici adesso rischiano seriamente: potrebbero non esserci a Rio 2016. La campionessa di salto con l’asta Yelena Isinbayeva però spera che le cose si risolvano presto e che la Russia possa partecipare a quello che sarà il più importante evento del 2016. “Spero che gli atleti russi vengano riammessi e che possano competere insieme sotto la bandiera russa a Rio de Janeiro. Il doping è un problema in tutto il mondo e insieme ne dobbiamo uscire“, ha dichiarato. L’atleta russa non accetta la sospensione decisa dalla Iaaf perchè penalizza anche gli sportivi puliti. “Posso solo dire che la situazione attuale nell’atletica è molto complicata, poco chiara e ingiusta. Spero che tutto si risolva in tempo per le Olimpiadi e che io possa rappresentare il mio paese“, ha continuato in un’intervista all’agenzia Dpa. “Ho l’impressione che doveva essere presa una decisione senza guardare ai dettagli. Gli atleti che non sono collegati allo scandalo e che non hanno mai avuto problemi con la Wada dovrebbero continuare ad allenarsi, a competere e ad agire come un modello per i giovani. Ma quegli atleti che hanno violato le regole devono affrontare le conseguenze delle loro azioni. E’ necessario fare una chiara distinzione. Il doping è un problema in tutto il mondo, ecco perché dobbiamo risolverlo insieme“, ha concluso.