Giovedi 8 Dicembre

Alfa Romeo in Formula 1: sogno o possibile realtà?

Le dichiarazioni di Sergio Marchionne portano a sperare ad un possibile ritorno di Alfa Romeo in F1, ma le cose non sono mai così facili come sembrano

Le recenti dichiarazioni di Sergio Marchionne relative ad un possibile ritorno di Alfa Romeo alle corse ha scatenato subito l’entusiasmo degli appassionati della casa del Biscione che immediatamente hanno pensato ad un grande ritorno del Costruttore italiano tra le monoposto della Formula Uno.

Purtroppo però, se si lasciano per un momento da parte le emozioni e si prova a ragionare seriamente sulla cosa, è difficile dare peso ad una dichiarazione del genere che oggettivamente sembra data con lo scopo di scaldare gli animi. La frase pronunciata da Marchionne “stiamo pensando ad un ritorno di Alfa Romeo alle corse” non deve quindi ingannare, considerando che un ritorno alle corse del Costruttore di Arese risulta anche probabile, ma una partecipazione al Campionato di Formula Uno decisamente no.

Il motivo e tanto semplice, quanto banale: il Gruppo FCA (Fiat-Chrysler)ha già la Ferrari nella massima Formula, anzi la Ferrari è il simbolo della F1, considerando la sua lunga storia in questo nobile sport. Un eventuale ingresso di Alfa Romeo nel Circus sarebbe possibile esclusivamente se la Ferrari lasciasse questo campionato, proprio come aveva paventato più volte in passato a causa dei dissapori scoppiati con la FIA, ma oggettivamente pensiamo che sia una cosa davvero difficile.

Avere due scuderie – proprio come Red Bull e Toro Rosso – sarebbe invece troppo costoso e potrebbe disperdere preziose energie che invece dovrebbero essere concentrate sulla Ferrari per puntare direttamente alla vittoria. Al Contrario della Red Bull infatti, la Ferrari sviluppa e costruisce anche i propulsori che ovviamente pesano in modo negativo sui bilanci della squadra.

A questo punto, il ritorno alle corse di Alfa potrebbe orientarsi verso altri tipi di motorsport, come ad esempio le gare endurance: nel campionato del mondo di durata esistono molte gare prestigiose, prima fra tutte l’iconica 24 Ore di Le Mans, dove competono molti marchi blasonati, compresi Audi, Porsche, Toyota e Nissan. Li Alfa Romeo potrebbe far vedere di che pasta è fatta, dando del filo da torcere alle avversarie sopra citate, prima fra tutte le tedesche, vero obiettivo della Casa milanese anche sul mercato delle auto di serie, dove Alfa Romeo sta tendando una titanica scalata con il rinnovo completo della sua gamma, iniziato con l’introduzione della 4C e dell’attesissima Giulia.