Domenica 11 Dicembre

Vito Chimenti e la sua “bicicletta”: un campione vicino ai tifosi

Un gesto tecnico che ha fatto impazzire migliaia di tifosi quello di Vito Chimenti ex attaccante del Catanzaro

Vito Chimenti: per molti ma non per tutti. La sua “bicicletta” degli anni 70 lo ha reso un giocatore indimenticabile e un bomber di qualità sopraffina. E per bicicletta non intendiamo un velocipede usato da Vito Chimenti per i suoi spostamenti, ma quel suo modo di “scavalcare” gli avversari, alzando il pallone col tacco, da dietro, effettuando così una sorta di pallonetto in corsa ai danni dell’avversario, superato. Vito Chimenti, nato a Bari nel 1953, è stato un attaccante purosangue, di quelli di una volta, di cui è stato buttato lo stampo. Nel 1977 gioca nelle fila del Palermo, e coi rosanero “fa il botto”: 29 reti in 2 stagioni. Nel 1979 passa nel Catanzaro, in serie A. Vito Chimenti ha acceso la passione di molti tifosi, anche grazie al fatto che il suo fisico non statuario lo faceva sentire molto più vicino moralmente agli spettatori – tifosi che lo supportavano sugli spalti. Non era né un fuoriclasse per natura né un atleta da incorniciare. Era Vito Chimenti, però. E tanto gli è bastato. Quando si dice il carattere…

Cesarini Bianconera: la storia della famosa “zona Cesarini”

In memoria di Pier Paolo Pasolini, calciatore pensatore, giocatore corsaro