Lunedi 5 Dicembre

Tennis, gioie e dolori azzurri a Parigi-Bercy: vince Seppi, perde Fognini

Fortune alterne a Parigi-Bercy per i due azzurri: vince Seppi, delude Fognini

I due italiani impegnati nel primo turno dell’ultimo Masters1000 della stagione, quello di Parigi-Bercy giocato su sintetico indoor, vivono una giornata in chiaroscuro. Andreas Seppi vince contro un falloso Pablo Cuevas, regolando l’uruguagio in due rapidi set per 7/5 – 6/3, ritornando alla vittoria dopo un periodo di scarsi risultati. Per l’altoatesino fare bene in quest’ultima parte di stagione è decisamente importante: più punti possibili da fare per non accusare troppo la pesante cambiale in Australia a inizio anno 2016 (nel primo Slam della stagione, Seppi ha infatti raggiunto il 4T battendo sua maestà Roger Federer). Al secondo turno adesso per l’italiano proprio il numero 1 svizzero.

LaPresse/Xinhua

LaPresse/Xinhua

Contro Bernard Tomic perde invece nettamente Fabio Fognini: il tennista ligure non era certo favorito su questa superficie contro l’australiano, al suo miglior tennis in carriera, ma a stupire è soprattutto il modo in cui Fognini ha ceduto. 6/3 – 6/2 senza lottare, nonostante Tomic abbia concesso delle occasioni: stupisce come un giocatore, il cui motto è NMM (Non Mollare Mai), perda più di una partita con tale indolenza e senza voglia alcuna di stare in campo. Fognini è questo: prendere o lasciare, picchi altissimi ma anche sconfitte senza appello.