Lunedi 5 Dicembre

Samir Handanovic: “non penso che ci siano problemi”

Handanovic a tutto tondo: dalla vittoria a Torino e al campionato di vertice con l’Inter fino al rinnovo con i nerazzurri

E’ un Samir Hadanovic che vola sulle ali dell’entusiasmo e, sebbene non sia uomo di tante parole ma preferisca il duro lavoro sul campo, il portierone nerazzurro si lascia andare a Sky a confidenze giornalistiche che non possono che far sorridere i tanti tifosi dell’Inter.

Si parte dalla vittoria preziosa a Torino: “tre punti, sono fondamentali perché prima delle Nazionali rimaniamo dove siamo in classifica e questo è importante per tutti. Penso che la squadra abbia lavorato tutta insieme, sapevamo che con il Torino era una partita tosta, difficile da affrontare, anche tatticamente. Alla fine siamo stati cinici e abbiamo preso quello che ci appartiene” – non dimenticando il suo non subire gol per 8 partite, meriti da dividere con l’intera squadra – “penso che tutta la squadra lavori, anche gli esterni, le punte. Corrono tutti come dei matti e questa è la chiave”.

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Impossibile non parlare di scudetto, guardando l’Inter dall’alto verso il basso tutte le avversarie in classifica (eccetto la Fiorentina che l’ha seccamente battuta e con i nerazzurri a braccetto in testa): “noi dobbiamo pensare come ci siamo allenati adesso, come abbiamo preparato queste partite e come adesso abbiamo vinto. Magari non andrà sempre tutto bene, bisogna essere umili. E’ passato solo un terzo del campionato, pensare adesso allo Scudetto sarebbe inutile. Siamo un grande gruppo, tutti si devono far trovare pronti, c’è competizione e tutti si allenano bene. L’importante è lo spirito della squadra. Magari quelli che non hanno giocato con il Torino e hanno fatto bene contro la Roma, saranno in campo tra due settimane contro il Frosinone. Non si sa, questa penso sia la nostra forza”.

Chiusura con la querelle rinnovo contrattuale, una dichiarazione che somiglia tanto a un annuncio: “non lo so. Non ci sono problemi, siamo d’accordo con la società. Non so se sarà dopo Natale o quando sarà, però non penso che ci siano problemi”.

Parole al miele firmate Samir: la saracinesca rimane lì dove sta incantando il mondo del pallone.