Sabato 10 Dicembre

Roma, le confessioni di Totti: “ritiro? Ho un paio di anni per pensarci. A mio figlio calciatore dico…”

LaPresse/Alfredo Falcone

Il capitano della Roma allontana l’ipotesi ritiro: “finché il fisico regge”, e parla del figlio Cristian: “non è semplice avere il cognome Totti”

Tanta voglia di calcio, e quell’idea di appendere gli scarpini al chiodo che non è al momento ipotesi assolutamente percorribile. “Ancora non ci ho pensato perché ancora mi diverto. Sto bene fisicamente, l’età passa è normale e sto arrivando quasi al capolinea ma finché il mio fisico reggerà, continuerò. Ho ancora due/tre anni per pensarci bene. Sono un ragazzo fortunato con una famiglia e dei figli. Sto bene e non mi manca niente in questo momento”, prendi a calci l’ipotesi ritiro, Francesco Totti.

Oltre a parlare del suoi futuro, il capitano della Roma ha affrontato diversi argomenti da ospite del Maurizio Costanzo Show: “Un giocatore professionista deve stare bene di testa. Ilary mi fa stare bene, mi dà tranquillità”. Pensiero particolare al figlio Cristian, calciatore alle prime armi: “Quando ho la possibilità, vado a vederlo: non è semplice avere il suo cognome ma se ne avesse la possibilità farebbe un altro mestiere”.