Martedi 6 Dicembre

Roma, Garcia: “Vincere era impossibile, serviva un miracolo ma non c’è stato”

LaPresse/Massimo Paolone

Un match di Champions da dimenticare per la Roma che torna con le ossa rotte dal Camp Nou, Garcia però non si arrende: “le possibilità per qualificarci sono intatte

Un incubo da cui la Roma spera di svegliarsi presto. La partita del Camp Nou contro il Barcellona si è rivelata una disfatta, un 6-1 senza appello che Rudi Garcia fatica a digerire: “in questo momento il Barcellona viaggia veramente fortissimo – commenta l’allenatore giallorosso in conferenza stampa – E’ nel suo miglior momento di forma e prova ne è che sabato scorso ha vinto 0-4 a Madrid.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Noi siamo molto lontani dal loro livello, il Barcellona adesso è un’armata invincibile, una squadra stratosferica con grandi campioni, abbiamo provato in tutti i modi a portare a casa un risultato positivo, ma stasera era veramente impossibile“. Garcia cerca di trovare i motivi che hanno portato a questa disfatta: “I giocatori hanno fatto troppo poco con la palla nel primo tempo, avevamo iniziato bene facendo un ottimo pressing alto ma a lungo andare il Barcellona ha iniziato a giocare come sa e ci ha sovrastati. La cosa positiva della serata è il pari tra Bate e Bayer che ci permette, con una vittoria contro i bielorussi, di qualificarci agli ottavi. Sul piano psicologico questa sconfitta non inciderà sui ragazzi nel prosieguo della stagione, sapevamo che giocavamo contro la migliore squadra del mondo e avevamo messo in conto la sconfitta. Non saremo l’ultima squadra a prendere così tanti gol al Camp Nou, io e i miei giocatori siamo delusi ma al tempo stesso tranquilli, ci può stare la sconfitta, loro sono ad un livello molto superiore al nostro. Non c’era niente da fare stasera, serviva un miracolo ma non c’è stato“.