Mercoledi 7 Dicembre

Posticipo Serie B: il Bari dà spettacolo ed espugna per 2-0 il Manuzzi di Cesena

LaPresse/Massimo Paolone

Il Bari espugna un campo ostico come il Manuzzi di Cesena per 2-0 e si lancia in classifica agguantando la seconda posizione

Cesena-Bari ha chiuso il programma della Serie B domenicale, ma nel clima surreale che permea l’intero stadio, le emozioni quando le due formazioni scendono in campo sono tutte per la marsigliese che suona in onore dei caduti negli attacchi terroristici di Parigi.

Cesena con un 4-3-3 molto offensivo con trio d’attacco Ragusa-Succi-Ciano, mediana affidata alla rivelazione Sensi, al centro di diversi movimenti di mercato già per la finestra di gennaio. Gli ospiti rispondono con un 4-3-3 speculare con un trio d’attacco che ricorda il Catania della passata stagione con Rosina e Maniero affiancati da De Luca.

Match di alta classifica e il primo tempo che si apre con il pressing dei padroni di casa: il Cesena è pericoloso già al 4’ con Succi che non impatta al meglio la sfera arrivata nel suo raggio d’azione dopo un interessante traversone ma si rende comunque pericoloso. Nei primi venti minuti il Bari è in totale apnea, con il Cesena che in poco tempo ha organizzato la propria manovra e schiacciato gli avversari nella propria metà campo: peccato solo che i padroni di casa non riescano a concretizzare le azioni costruite. Anche Kone va vicinissimo al gol personale con una conclusione però strozzata al 22’.

LaPresse/Massimo Paolone

LaPresse/Massimo Paolone

Dopo una prima mezzora a tinte bianconere, il Bari però fa la voce grossa: Rosina manca di un soffio il vantaggio una prima volta al 32’ ma soprattutto al 35’ quando colpisce una traversa che ancora trema con una conclusione di collo pieno.

Al 40’ però i pugliesi passano con De Luca: giocata incredibile di Rosina, ancora lui, che fa fuori il diretto marcatore e mette in mezzo dove De Luca è completamente solo a centro area e può colpire indisturbato di testa. Il primo tempo non subisce altri scossoni e le due squadre tornano negli spogliatoi sul punteggio di 1-0 per gli ospiti.

Stessi effettivi al rientro in campo col Cesena che deve necessariamente ritrovare il bandolo della matassa, con gli ultimi 15 minuti della prima frazione in cui ha subito troppo l’azione pugliese. La musica però non cambia: al 55’ Maniero sfoggia un collo pieno di destro con Gomis che deve aiutarsi con la traversa per negare il raddoppio barese. Il 2-0 del Bari arriva poco dopo, al 60’, con un bellissimo stacco di testa del bomber Maniero su calcio d’angolo. Il Bari comincia la seconda frazione come aveva finito la prima e mette in cassaforte il risultato.

Sebbene il Cesena provi la reazione d’orgoglio cercando almeno la rete della bandiera, il risultato non cambia nell’ultima mezzora, anzi è proprio la formazione ospite ad andare più volte vicino al tris: il Bari coglie una preziosa vittoria in trasferta, ridimensionando le ambizioni di un Cesena troppo altalenante in campionato e staccandolo in classifica. I pugliesi invece si pongono un nuovo obiettivo: lasciare Cesena con una consapevolezza da grande ritrovata e uno splendido secondo posto in classifica.