Mercoledi 7 Dicembre

Nonostante l’incidente si va avanti: Alex De Angelis l’anno prossimo con l’Aprilia

LaPresse/Simone Rosa

Un incidente davvero brutto quello che a Montegi ha coinvolto Alex De Angelis, il pilota nonostante tutto però ha deciso di correre l’anno prossimo sfidando le sue paure

Passati i veleni, smaltite le scorie, eliminati i brutti ricordi di questo finale di stagione MotoGP che ha visto il trio Vale-Marc-Jorge monopolizzare l’attenzione pubblica e impossessarsi di tutti i media possibili e immaginabili, è arrivato il momento di fare un grande in bocca al lupo ad Alex De Angelis, il pilota che a Motegi “ha passato un gran brutto quarto d’ora”. Alex non vuole smettere e l’anno prossimo correrà con l’Aprilia RS-Gp 2015. Ma quel che più conta è che avrà, ancora, la possibilità di fare ciò che ama, cioè andare in moto. Non era così scontato. Se è vero, come è vero, quello che racconta in prima persona dell’incidente occorsogli. “Non mi ricordo nulla di tutta la giornata di sabato. Cioè il giorno dell’incidente. Non ricordo nemmeno la colazione del mattino. Le mie memorie si fermano al venerdì. Ho realizzato cosa mi era successo solo 10 giorni dopo il botto. E con mia grande sorpresa, il capo del centro medico di Motegi mi ha detto, in quell’occasione: Abbiamo avuto molta paura quando abbiamo visto che non respiravi più. Ecco, fino a quel momento io non avevo ancora capito bene come erano andate le cose. E nemmeno la gravità dell’incidente”.