Domenica 4 Dicembre

Nizzolo speranzoso: voglio tornare a vincere!

LaPresse/Belen Sivori

Giacomo Nizzolo è pronto per affrontare al meglio la nuova stagione di ciclismo, tra classiche e Grandi Giri

Giacomo Nizzolo dopo una stagione sugli scudi, è di certo ben disposto a scambiare la lunga lista di piazzamenti nei primi cinque ottenuti quest’anno, per delle vittorie nella stagione a venire. Il velocista della Trek Factory Racing
vinse il GP Nobili Rubinetterie a marzo, non riuscendo però a riconfermarsi durante il resto dell’anno, mancando la possibilità di vincere in numerose altre occasioni. La sua costanza nei risultati gli ha assicurato la maglia rossa al
Giro d’Italia, racimolando nel corso dell’anno 16 piazzamenti tra i primi cinque e arrivando secondo allo sprint per ben sette volte.

LaPresse/Belen Sivori

LaPresse/Belen Sivori

Due di questi secondi posti li ha ottenuti in volata proprio nella famosa gara ciclistica italiana. Professionista dal 2011, Nizzolo ha vinto sino ad oggi dieci gare, arrivando secondo ben 20 volte. Nizzolo ha concluso il suo 2015 con un incidente alla Parigi-Tours. Dopo un mese di stop, l’italiano è tornato in sella e ha effettuato il suo primo allenamento mercoledì. “E’ tempo di riiniziare e pensare al 2016“, ha affermato alla Gazzetta dello Sport. “Abbiamo in programma un ritiro in Spagna dal 8-18 dicembre e poi per i primi di gennaio saremo impegnati in Australia in occasione del Tour Down Under. Devo ancora decidere tra Parigi-Nizza e Tirreno-Adriatico, comunque sia le classiche di primavera avranno un grande posto nel mio programma, prima di concentrarmi di nuovo sul Giro d’Italia.

LaPresse/Belen Sivori

LaPresse/Belen Sivori

Per affrontare al meglio le classiche di inizio stagione, Nizzolo sarà al seguito di Fabian Cancellara, uno che di classiche certamente se ne intende. Nizzolo ha spesso subìto la sua lunga serie di piazzamenti, seppur a batterlo siano stati velocisti del calibro di Andre Greipel e Alexander Kristoff. “Sarebbe stato bello vincere di più, ma io sono comunque contento di ciò che ho realizzato“, ha sostenuto Nizzolo. “Ho lavorato duro e credo di aver seminato bene. Spero di poter raccoglierne i frutti nel 2016.” Oltre alle classiche primaverili, Nizzolo punta lo sguardo alla classifica a punti del Giro d’Italia, cercando di bissare il successo del 2015, magari impreziosendolo con qualche vittoria di tappa.

Valerio Modafferi