Martedi 6 Dicembre

Nel grigiore dello Stadium spunta Paulo Dybala, Milan battuto e Juventus in festa

LaPresse/Fabio Ferrari

Match noioso con poche occasioni da rete, la Juventus la risolve con Paulo Dybala nella ripresa

Vittoria e sorpasso per la Juventus che stende il Milan grazie all’acuto di Dybala e lo scavalca in classifica. Partita brutta e noiosa decisa da una bella giocata dell’argentino ben servito da Alex Sandro entrato al posto di Evra infortunato.

Lapresse/Badolato

Lapresse/Badolato

E’ una sfida nella sfida quella dello Juventus Stadium che vede opporsi due formazioni desiderose di rilanciarsi in classifica dopo un inizio di stagione non propriamente positivo. Allegri sceglie Hernanes al posto di Cuadrado mentre Mihajlovic lancia Bacca con Niang e Cerci ai suoi lati. I primi minuti di gioco non regalano particolari emozioni, la Juve gestisce il possesso della palla mentre il Milan si difende affidandosi alle ripartenze. Intorno alla mezz’ora sale il ritmo in campo, prima Hernanes cicca un pallone ottimamente servitogli da Pogba, poi Cerci si divora un gol dopo essersi trovato solo davanti a Buffon. Qualche minuto più tardi Allegri è costretto al primo cambio, Evra non ce la fa e Alex Sandro prende il suo posto, non cambia nulla tatticamente per i bianconeri. Prima dell’intervallo c’è spazio per l’ultima occasione di Hernanes, ma il tiro del brasiliano viene respinto in angolo da Donnarumma.

Lapresse/Badolato

Lapresse/Badolato

Nel secondo tempo inizia meglio il Milan che reclama per un calcio di rigore non fischiato su Bonaventura, ma col passare dei minuti cresce la Juventus che, intorno al ventesimo, trova il vantaggio. Alex Sandro prende il tempo ad Abate sulla sinistra e crossa al centro dove ben appostato c’è Dybala, stop e sinistro al volo sul quale Donnarumma non può nulla. Mihajlovic a questo punto si gioca la carta Luiz Adriano al posto di Kucka ma la Juve tiene bene il campo e conquista tre punti importantissimi che le consentono di sorpassare i rossoneri e risalire la classifica.