Lunedi 5 Dicembre

MotoGp, la sfida Rossi-Marquez non è ancora finita: parla un membro del Tas

LaPresse/EFE

Il Tas deve ancora decidere nel merito del ricorso presentato da Rossi dopo il contatto con Marquez, ma il pesarese non è convinto di proseguire nell’iter giudiziale

Il Mondiale di MotoGp si è ormai concluso da più di due settimane ma ancora la questione tra Marquez e Valentino Rossi non si è chiusa.
LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

C’è un ricorso di mezzo non ancora discusso dal Tas, come sottolinea Guido Valori, uno dei membri del Tribunale svizzero: “per quanto riguarda il ricorso di Valentino Rossi finora il Tas si è pronunciato solamente sulla sospensiva, senza entrare nel merito della questione, ma non credo che Rossi abbia più interesse a coltivare il ricorso poiché l’ultima gara è stata corsa e non si può più tornare indietro“. Rossi aveva presentato ricorso al Tas per chiedere la sospensiva della sanzione comminatagli dai Commissari Fim che, dopo il contatto con Marquez, lo avevano obbligato a partire in fondo alla griglia nel Gp di Valencia. Il Tas aveva respinto la richiesta aggiornando la seduta nei giorni successivi ma, adesso che il Mondiale è chiuso, il pesarese non proseguirà nel ricorso per giudicare quella sanzione anche nel merito.