Mercoledi 7 Dicembre

Moto Gp, torna a parlare Valentino Rossi: le sue prime dichiarazioni dopo Valencia

LaPresse

Valentino Rossi torna a parlare: il pilota Yamaha si concede a dei tifosi e risponde alle loro domande

Sono passate quasi due settimane ormai dal Gran Premio di Valencia. Valentino Rossi, due settimane fa, era già consapevole che le possibilità di vincere il titolo mondiale erano pochissime perchè aveva saputo che il suo ricorso era stato rifiutato e che quindi sarebbe dovuto partire dall’ultima postazione nella gara spagnola. Una gara incredibile e una bellissima rimonta però non sono bastate al pilota di Tavullia per conquistare il suo decimo titolo: Jorge Lorenzo era primo ed irraggiungibile e tra lui e Rossi c’erano le due Honda di Marquez e Pedrosa. Rossi ha lasciato alcune dichiarazioni solo in quella giornata, manifestando tutta la sua rabbia e  la sua delusione, poi qualche altro piccolo accenno alla gara nei due giorni di test e infine il silenzio.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Il “Dottore” vuole sicuramente dimenticare o cercare di superare quanto accaduto e quindi evitare di continuare a polemizzare. Ieri però Rossi è tornato a parlare. Grazie ad un evento Yamaha, alcuni tifosi e appassionati hanno potuto porre alcune domande al pilota pesarese. L’amico fidato di Vale, Alessio Uccio Salucci ha estratto alcune di queste da un casco ponendole quindi a Rossi. Domande di ogni genere, non solo legate al mondo delle due ruote e alle ultime vicende. Film e programma televisivo preferiti? “The Blues Brothers” e “Masterchef“. Dalle risposte di Valentino è emerso che “nel portafoglio ho due foto dei miei due Bulldog, si chiamano Cesare e Cecilia” e che vorrebbe andare sulla luna. C’è chi gli chiede anche “meglio le bionde o le brune?”, “Quando ero più giovane preferivo le bionde. Ma ora preferisco le brune”, ha risposto Vale.

valentino rossiPer quanto riguarda il mondo a due ruote invece una sola la domanda estratta dal casco, il sorpasso più bello della sua vita: quello a Casey Stoner al Cavatappi ha dichiarato “The Doc”. C’è chi invece vuole sapere cosa avrebbe voluto fare Rossi se non fosse diventato un pilota di Moto Gp, “Domanda difficile. Non lo saprò mai. Perché volevo essere fin dall’inizio un pilota – ha confessato Valentino Rossi -. Tuttavia avrei voluto diventare un atleta, non so se un calciatore o un pilota di motocross o Formula 1″. Non si è parlato quindi degli ultimi avvenimenti, forse Rossi ha alluso un po’ a quanto accadutogli nella risposta alla domanda “in quale epoca avresti voluto vivere?“,“Vorrei spedirmi alla fine del 1960, quando il mondo era molto più divertente”, ha concluso Vale.