Domenica 4 Dicembre

Moto Gp: la posizione di Livio Suppo e della Honda su ricorso di Rossi

LaPresse/Simone Rosa

Livio Suppo dichiara che la Honda ha deciso non rendere noti i dati della telemetria

Dopo la decisione del Tas che vede rigettato il ricorso presentato da Valentino Rossi che chiedeva l’annullamento o la riduzione inflittagli dopo il Gran Premio della Malesia a causa della “ginocchiata” a Marc Marquez non si sa ancora che aria si respira a Valencia. Per il momento si è a conoscenza solo del parere di Livio Suppo, team principal Honda, che ha dichiarato ai microfoni di Sky di non aver voluto rendere noti di dati della telemetria per non appesantire la ancora di più la situazione: “pensiamo che la situazione sia già abbastanza tesa e abbiamo deciso questa mattina, quando non sapevamo niente della decisione del Tas, che se avessimo detto qualcosa oggi, qualcuno avrebbe potuto pensare che ancora una volta la Honda e Marquez cercavano di influenzare e mettersi in mezzo a questo mondiale, noi vogliamo che sia chiaro: ‘Marc non ha mai cercato di fare niente per influenzare questo mondiale, ha fatto le sue gare, ha tolto dei punti a Jorge a Phillip Island, ha fatto una battaglia con Valentino, che è stata una battaglia di entrambi, per cui anche Valentino poteva mollare e non lo ha fatto, e abbiamo preferito non dire nulla in questo momento. Non vogliamo che qualcuno pensi che noi siamo contro Valentino. Abbiamo dati per Phillip Island, e Sepang sul sorpasso di Jorge che qualcuno dice che è stato fatto apposta. Cosa abbiamo detto a Marc? Lo stesso che stiamo dicendo a voi“, queste le parole di Suppo.