Lunedi 5 Dicembre

Moto Gp, Graziano Rossi: “cosa direi a Marquez? Non posso dirlo”

Graziano Rossi, intervistato nel programma “Un giorno da pecora” fa un quadro generale su quanto accaduto in Moto Gp

Graziano Rossi sicuramente non è contento di quello che è accaduto ieri a Valencia e del comportamento assunto nelle ultime gara da Marc Marquez ai danni di suo figlio, Valentino. “Non e’ bello vincere in quel modo, meglio perdere come ha perso Valentino, che ha mantenuto un comportamento coerente e meraviglioso per tutta la vicenda. Non a caso ieri a Tavullia c’erano ottomila persone, in un paese che ne ha quattromila di solito: si vede che qualcosa Valentino ha fatto“, ha dichiarato Graziano Rossi in merito alla vittoria di Jorge Lorenzo.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Alla domanda su cosa direbbe a Marquez se potesse, ha poi risposto: “non glielo posso dire. E’ un segreto. Non sarebbe una conversazione oratoriana“. Graziano forse non vuole sbilanciarsi troppo come fa invece suo figlio e sul “biscottone” dice: “dico solo una cosa: ci vuole una vita per conquistare la dignita’ ma ci vuole pochissimo per perderla. Ecco, qualcuno ha perso la dignita’ in questa vicenda“. Commentando la gara di ieri e il non sorpasso fatto da Marquez a Lorenzo Rossi padre dichiara: “Avrebbe fatto una grande operazione ma forse non era cio’ che era stato deciso a tavolino“. “Ci sono stati un paio di episodi nei quali lui e Valentino sono arrivati a stretto contatto di gomito e moto. – ha continuato Graziano sul perchè il pilota Honda ce l’avrebbe con Vale – E Marquez li ha persi entrambiLui e’ talmente sicuro di se’, prepotente, che non ha mandato giu’ questa cosa. E’ un po’ come quando a scuola ti rubano la merenda e il giorno dopo gli vuoi restituire il dispetto“.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Graziano ci ha creduto fino alla fine ieri a Valencia: “ci ho sperato fino alla fine. Ho sperato che Pedrosa potesse passarli entrambi, Lorenzo e Pedrosa. Pero’ secondo me a quel punto Marquez avrebbe reagito“. Padre e figlio non sono ancora riusciti a parlare: “tornerà a Tavullia giovedì, non sono riuscito a sentirlo ma gli ho scritto un messaggio: grande partenza, grande gara, grande anno e grande Vale, come dice la Clara. Clara e’ mia figlia, ha 18 anni, e a Vale fa piacere che la sorellina dica qualcosa. Valentino non ha ancora risposto, lo farà tra qualche giorno”. Sul futuro di suo figlio Graziano infine dice: “l’anno prossimo correra’ sicuramente, ma non si puo’ correre sempre. A 44 anni, ad esempio, bisognera’ pensare ad un altro sportNon so per quanto tempo ancora lo vedremo in pista, e’ una scelta che si fara’ anno per anno“.