Giovedi 8 Dicembre

Milan, senti Niang: “che feeling con Mihajlovic, serviva uno come lui”

LaPresse/Spada

L’attaccante francese del Milan Niang, tra i più positivi contro l’Atalanta nel giorno del suo ritorno in campo:  “avevamo bisogno di un allenatore come Mihajlovic”

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

Buona la prima, anzi ottima. Dopo l’infortunio rimediato nel corso di un’amichevole estiva, ieri per M’Baye Niang prima chiamata stagionale in rossonero per altro da titolare. E la risposta del francese è stata più che positiva: schierato a sinistra nel tridente scelto di Mihajlovic al posto dello squalificato Bonaventura, Niang è stato una vera e propria spina nel fianco per la difesa bergamasca. Al termine del match, il giovane attaccante rossonero ha  commentato così la sua prestazione nel deludente pareggio contro l’Atalanta ai microfoni di Sky Sport: “Il rapporto con il mister è ottimo, mi fa lavorare molto e dal primo giorno c’è stato feeling. Mi può aiutare sotto tutti i punti di vista, al Milan c’era bisogno di un allenatore così. Preferisco giocare come centravanti, ma da esterno preferisco stare a sinistra: la scelta comunque è dell’allenatore. Al Genoa sono migliorato perché ho giocato con continuità, ne avevo bisogno e mi ha aiutato a maturare. Oggi sono cresciuto sotto tutti i punti di vista”.