Domenica 4 Dicembre

Milan, Mihajlovic: “con la Juve non sarà vita o morte, qui si respira un’aria strana. Su Donnarumma…”

LaPresse/Spada

In casa Milan c’è grande attesa per la sfida con la Juventus, Mihajlovic cerca di dare serenità all’ambiente e sul paragone tra Donnarumma e Buffon…

“E’ una partita importante contro una diretta concorrente. Sappiamo che anche loro sono forti, ma abbiamo tutte le caratteristiche fisiche e mentali per giocare alla pari”. Sinisa Mihajlovic suona la carica al Milan alla vigilia della sfida con la Juventus. “Non è una partita che deve diventare una questione di vita o morte. Nelle ultime partite abbiamo avuto una media di 2,2 punti, più di noi hanno fatto solo Roma e Napoli. Mancano 7 partite al termine del girone d’andata e sono convinto che possiamo mantenere questa media, ma il nostro obiettivo è arrivare davanti a giugno”.

Mihajlovic affronta poi un tema delicato: “Attorno al Milan c’è un’atmosfera un po’ strana, quando perdiamo è una tragedia, se vinciamo potevamo fare meglio. Il pareggio contro l’Atalanta è stato dipinto come una catastrofe, non mi sembra così. Certo, potevamo fare meglio”. Immancabile un pensiero sul duello tra Buffon e Donnarumma: “Gigi è un mito, potrebbe essere suo padre. Ha tutto da imparare da lui, oltre che il talento, la professionalità, il carattere e l’entusiasmo. Donnarumma ha tutte le qualità per essere suo degno erede, ma per paragonarlo bisogna aspettare una decina d’anni. E’ sveglio, è bravo, un ragazzo intelligente e sicuramente sarà il futuro del calcio italiano. Deve lavorare tanto e crescere, ma sta dimostrando di avere carattere e personalità”.