Venerdi 9 Dicembre

L’Italrugby inizia a preparare il 6 Nazioni, tanti volti nuovi nel primo raduno post Mondiale

LaPresse/PA

Il ct dell’Italrugby Jacques Brunel ha chiamato 37 azzurri, di cui 20 esordienti, nel primo raduno in vista del 6 Nazioni 2016 che partirà il 6 febbraio

L’Italrugby scalda i motori per l’avvio della nuova stagione. L’esperienza dei Mondiali inglesi è alle spalle, adesso è tempo di pensare al 6 Nazioni 2016 che prenderà il via il prossimo febbraio allo Stade de France di Parigi contro la Nazionale di casa.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Oggi, a Treviso, il ct Jacques Brunel ha rivisto i suoi ragazzi per una mattinata di lavoro sul campo de “La Ghirada“, casa della Benetton Treviso. 20 esordienti su 37 giocatori, una vera rivoluzione studiata da Brunel per dare una sterzata ai risultati del club Italia: “il 6 Nazioni arriverà molto velocemente e questo raduno giornaliero, come i prossimi due in programma a dicembre e gennaio, ci permetterà di vedere da vicino un ampio numero di giocatori, oltre a quelli che già hanno fatto parte del gruppo in questi anni. Per tanti giovani, questi appuntamenti costituiscono un’ottima opportunità per mettere in mostra le proprie qualità in vista del Torneo“. “La Nazionale – ha dichiarato a conclusione degli allenamenti il manager azzurro Luigi Troianitornerà a radunarsi il 14 dicembre a Parma e, come ha spiegato il ct nella riunione d’apertura di questa mattina, potranno esserci sicuramente altri volti nuovi nel gruppo. L’obiettivo, in questa fase, e’ visionare tutti quei giovani di potenziale interesse per la Nazionale provenienti dalle squadre di PRO12 e dal Campionato di Eccellenza in vista del 6 Nazioni“.